domenica 21 novembre 2010

Una piccola divagazione storica....


Tra tante ricette di cucina...un piccolo appunto di storia per una amica che mi ha chiesto un 'consiglio storico'.
Riporto di seguito lo stemma della Famiglia Platoni di Borgotaro che è esattamente quello che hai ritrovato in casa!

giovedì 11 novembre 2010

Una serata di cucina cinese!

Ieri sera ho partecipato ad un corso di cucina cinese! E' stata una serata divertente e molto interessante! Ad ogni aspirante cuoca-cinese era affidata una preparazione. Io mi sono dedicata al ripieno di pesce dei Jiaozi (o Wonton), e poi ho preparato gli involtini imperiali (crudi) e ho imparato a fare la pasta sfoglia cinese e a chiudere i raviolini!
Quante cose! Abbiamo poi, bacchette alla mano, assaggiato tutto accompagnato con un buon thé cinese e vietnamita!

Riporto di seguito la ricetta dei Jiaozi che voglio rifare al più presto a casa!
per la pasta_

200g di farina di grano
100ml di acqua tiepida


per il ripieno di carne_

200g carne tritata di maiale e manzo

1 cipolla

1 spicchio d'aglio

1 pezzetto di zenzero gresco

1/2 cucchiaino di peperoncino in polvere

1/2 cucchiaino di curcuma

1/2 cucchiaino di cumino in polvere

olio di arachidi, sale.


- Preparare la pasta unendo a poco a poco l'acqua alla farina e impastando molto bene con le mani. Formare una palla e lasciare a riposo.
- Preparare il ripieno: tritare finemente l'aglio, la cipolla, lo zenzero, mescolare tutto alla carne tritata e alle spezie, lavorare il composto con le mani aggiustando di sale.

- Stendere la pasta con il mattarello (sottilissima ai bordi e appena più spessa al centro), ritagliare dei cerchi, farciteli con il ripieno crudo e chiudere il raviolo.



per il ripieno di pesce_
300g di tonno o salmone fresco a fette

1 peperone

1 porro
salsa di soya
olio di arachidi


- Tagliare il pesce a dadini piccolissimi e saltarli rapidamente in padella.
- saltare anche il peperone tagliato a dadini e il porro tagliato a striscioline sottili.

- unire pesce e verdure e aggiungere poca salsa di soya.
- lasciar evaporare il liquido e far raffreddare prima di riempire i Jiaozi.



La chiusura dei ravioli di carne è diversa rispetto a quelli di pesce (a ventaglio).

Cottura: per cuocere i Joaozi al vapore preparare un cestello (io ho usato quello in legno cinese) e foderarlo con carta da forno. Adagiare il cestello coperto in una pentola con due dita d'acqua e portare ad ebollizione. Farli cuocere per 15 minuti circa.

Portare in tavola direttamente nel cestello e servire con salsa di soya (oppure un leggero sugo di pomodoro).



www.parentesirosa.it