sabato 24 dicembre 2011

...è arrivata Brigitte: Biscottini Sablé


E' la vigilia di Natale ed è arrivata Brigitte! Il tagliabiscotti con le lettere che avevo visto sul blog del Cavoletto! Ho voluto provarli subito per augurarvi Buon Natale! La ricetta è quella dei biscottini Sablé di Sigrid, è sono venuti bellissimi!!
Pronti per essere regalati stasera per un dolce, burroso, Natale.

 

- Sablés -

farina 250g (io ho usato Rosignoli)
burro 125g
zucchero 125g
zucchero vanigliato 10g
uovo 1
mezzo cucchiaino di sale, un pizzico di cannella e zenzero

Mescolare la farina, lo zucchero, lo zucchero vanigliato e il sale. Aggiungere il burro, freddo e tagliato a cubetti. Amalgamare il burro con la farina e lo zucchero e successivamente aggiungere l'uovo impastando velocemente fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.  Avvolgere l'impasto con la pelicola e riporlo in frigorifero per almeno un’ora. 
Stendere l’impasto con uno spessore di 2/4 mm su una superficie leggermente infarinata, ritagliare i biscotti con Brigitte e deporli su una teglia da forno rivestita con carta da forno. 
Cuocere per circa 10 minuti a 160°, i bordi dei biscotti devono risultare dorati. Conservare in una scatola ermetica.



venerdì 23 dicembre 2011

Stollen, un profumato dolce di Natale!


Proseguiamo con le ricette per il Natale con un dolcetto tipico della Germania, lo Stollen! La ricetta è di Eleonora di Burro e Miele, richiede un po' di tempo per la lievitazione e la preparazione...ma è assolutamente da provare!

Ecco la ricetta:

- STOLLEN NATALIZIO - 
Per il lievitino:
150 gr di latte
25 gr di lievito di birra
200 gr di farina 0

Per la pasta:
1 limone
1 bacca di vaniglia
50 gr di pasta di mandorle
200 gr di farina 0
25 gr di zucchero
170 grammi di burro ammorbidito
2 pizzichi di cannella in polvere
1 cucchiaino di sale fino
20 ml di rum scuro

Per il ripieno:
80 gr di mandorle sgusciate e tritate
300 gr di uva passa scura

Preparazione:
Sciogliere nella planetaria il lievito con il latte e aggiungere la farina. Impastare il lievitino e riporlo coperto in un ambiente caldo per circa un'ora, finché non raddoppia di volume.

Preparare gli ingredienti per il ripieno: grattugiare la buccia del limone, aggiungere le bacche di vaniglia, la pasta di mandorle spezzettata, il burro tagliato a cubetti, farina, zucchero, spezie, sale e il rum. Unire tutti gli ingredienti al lievitino e impastare fino ad ottenere un impasto liscio e morbido.
Lasciare riposare l'impasto coperto per circa 30 minuti.

Unire all'impasto l'uvetta e le mandorle, formare con l'impasto un salsicciotto e lasciare nuovamente riposare l'impasto coperto per circa 30 minuti.

Cuocere lo Stollen in forno caldo a 180°C per circa 35-40 minuti.


lunedì 19 dicembre 2011

Si avvicina il natale con i Gingerbread cupcakes!


Per la prima volta ho preparato i mitici cupcakes! Ho deciso di provare una ricetta che mi ricorda il mio periodo di studio in Germania; proprio nei mesi invernali si possono sentire i profumi di pan di spezie uscire dalle Bäckerei e dalle bancarelle dei mercatini di Natale, con il vino profumato di chiodi di garofano e cannella.
E così la mia casa ieri profumava di spezie e vaniglia, da far venire l’acquolina in bocca! Appena sfornate, le piccole tortine sono state coperte da un frosting morbido e cremoso e da una pioggia di mandorle tritate.
Niente si sposa meglio con questi piccoli cupcakes del thé caldo ai frutti rossi!
Trovate questa ricetta pubblicata anche su: Ricette per Cucinare!!!


- GINGERBRAD CUPCAKES CON FROSTING ALLA MERINGA -

Ingredienti (per 6 cupcakes)
60 gr burro morbido
100 gr farina 00
60 gr zucchero semolato
1 uovo
4 gr lievito vanigliato
spezie per gingerbread: chiodi di garofano,cannella,noce moscata,zenzero (tutto in polvere 1/4 di cucchiaino di ciascuna)

Ingredienti frosting alla meringa
1 albume
60 gr di zucchero
60 gr di burro a temperatura ambiente
1 goccia di aroma di vaniglia
1 pizzico di sale
3 cucchiai di mandorle tritate

Preriscaldate il forno a 170°. Sbattete a crema il burro morbido e lo zucchero; unite l’uovo e fatelo amalgamare molto bene. Mescolate la farina con il lievito e le spezie e unite il tutto al composto montato amalgamando bene e poi versate una cucchiaio scarso in ogni pirottino precedentemente disposto nello stampo da muffins.
Infornate per circa 12-15 minuti, togliete dal forno e fate raffreddare completamente i cupcakes.
Nel frattempo preparate il frosting unendo gli albumi d’uovo, lo zucchero ed il sale in una ciotola di metallo. Appoggiate la ciotola su di una pentola nella quale bolle poca acqua e con la frusta a mano mescolate costantemente, fino a quando non si è sciolto tutto lo zucchero ed il composto risulta caldo al tatto. Togliete la ciotola dal fuoco e montate il composto con un frullino incrementando gradualmente la velocità, fino a formare delle creste solide ma non troppo asciutte sulla superficie. Continuate a montare fino a che il composto risulti lucido e la superficie esterna della ciotola sia completamente fredda, circa 6-10 minuti.
Continuate a montare il composto con la frusta e aggiungete poco alla volta il burro a cubetti e l’aroma di vaniglia, fino ad ottenere un composto liscio e cremoso.
Con una sacca da pasticcere con bocchetta piccola (0,5cm) a stella decorate con il frosting e le mandorle tritate i cupcakes.


martedì 29 novembre 2011

Tajine di pollo profumato al limone e curry


Buonissima questa ricetta che ho assaggiato da mia mamma, io l'ho rifatta aggiungendo il profumato e aromatico coriandolo acquistato in Marocco.

- TAJINE DI POLLO AL PROFUMO DI LIMONE -

Ingredienti 
4 sovracosce di pollo
mezzo limone tagliato "a vivo"
1/2 cucchiano di curry
2 cucchiaini di coriandolo in polvere
prezzemolo tritato
1 spicchio d'aglio
1 cucchiaio d'olio evo
1/2 bicchiere d'acqua
Preparazione
Per prima cosa fate rosolate per bene il pollo con l'olio. Quindi aggiungete il limone, le spezie, il prezzemolo, l'aglio vestito e l'acqua. Portate a bollore e fate cuocere coperto, a fuoco dolce, per 30/40 minuti.

Un piatto perfetto per una cena con gli amici, vi lascerà un dolce profumo di Maghreb in casa!


domenica 27 novembre 2011

Ciambella profumata alle noci

Una profumata ciambella invernale, cannella , noci, sciroppo di zucchero, ecco gli ingredienti di questo dolce invernale perfetto a colazione e merenda con un profumato thè verde.


- ciambella profumata alle noci -

Ingredienti
150g di noci tritate finemente
50g di noci tritate grossolanamente
125g di zucchero
225g di farina integrale
80g di burro
8 uova
2 cucchiai di lievito in polvere
2 cucchiaini colmi di cannella
per lo sciroppo
250g di zucchero
1 cucchiaino di cannella
350ml di acqua
2 bicchierini di grappa
burro e farina per lo stampo


Preparazione
Imburrare e infarinare uno stampo a ciambella. Con una frusta elettrica montare il burro con lo zucchero, i tuorli e la cannella. Mescolare le noci tritate finemente con la farina e il lievito. In una ciotola montare a neve gli albumi e unirli in una spatola all'impasto di burro e uova.
Con delicatezza unire i composti mescolando dal basso verso l'alto per non smontarli.
Versare la preparazione nello stampo e cospargerla con le noci tritate grossolanamente.
Cuocere in forno per 50 minuti a 180°C. Preparare lo sciroppo portando ad ebollizione lo zucchero, l'acqua e la cannella a fuoco basso per qualche minuto. A fuoco spento aggiungere la grappa. Versare sul dolce sfornato lo sciroppo, lasciare raffreddare e servire.

martedì 22 novembre 2011

Bocconcini arrotolati di tacchino profumati al Sidro



Questi bocconcini sono stati una sorpresa! Ho acquistato il nuovo libro CasaMia di Cristina Bottari e ho provato subito una sua ricetta...apportando qualche modifica!
I bocconcini di tacchino arrotolati nella pancetta si prestano per una cena preparata in anticipo perché scaldati rimangono saporiti e morbidi. 
Ecco la ricetta rivisitata!


- Bocconcini di tacchino profumati al sidro -

Ingredienti
4 fette di fesa di tacchino
50g di pancetta in fette
100g di stracchino
70g di parmigiano grattugiato
1 uovo
30g di burro
oilo extravergine d'oliva
1 bicchiere di Sidro di mele
sale
Preparazione
Sbattere l'uovo con il parmigiano e passarvi le fette di tacchino su ambo i lati. Arrotolare le fette di tacchino e avvolgerle con le fette di pancetta. Chiudere i bocconcini con lo spago da cucina.
In un tegame scaldare olio e burro e rosolarvi i bocconcini fino a quando prenderanno colore. Sfumare con il Sidro, aggiustare di sale e cuocerli per 15 minuti aggiungendo acqua se necessario.
Scaldare il forno a 180°C, raccogliere i bocconcini con il sughetto in una pirofila da forno, spalmarvi sopra lo stracchino e passarli in forno per 10 minuti.
Servire i bocconcini arrotolati ben caldi.


lunedì 21 novembre 2011

Castagnaccio con la ricotta alla moda di Bedonia


Ecco una ricetta tradizionale dell’Appennino parmense, il Castagnassu c’u recöttu! Ricetta semplice e povera, anticamente veniva cotto nel ‘testo’ di ferro e tra le braci del camino avvolto nelle foglie di castagno.

Ingredienti
200 gr di farina di castagne
300 gr di acqua
1 pizzico di sale
1 pizzico di zucchero
400 gr di ricotta
1/2 bicchiere di latte
Olio d’oliva

Preparazione
Versate in un recipiente la farina di castagne unendo il sale e lo zucchero; mescolate aggiungendo poco alla volta l’acqua e facendo attenzione che non si formino dei grumi. Versate il composto in una tortiera del diametro di massimo 24 cm ben unta di strutto o olio.  Mettete in una terrina la ricotta, stemperandola con il latte fino a formare una crema morbida e deponetela a cucchiaiate sulla base della torta di castagne e lisciatela. Sia il castagnaccio sia la crema dovranno avere al massimo un centimetro di altezza.  Mettete in forno già caldo a 180°C e lasciate cuocere per circa 40 minuti. Servitelo tiepido o freddo.


sabato 5 novembre 2011

Perle in cucina...e Pessé con un filo di perle


Ecco un'altra ricetta autunnale pubblicata nel numero di Ottobre di Open Kitchen, ora che l'autunno è arrivato davvero... La Pessé è una ricetta tradizionale dell'Appennino parmense, in particolare di Bedonia (Parma). Si può preparare come antipasto, spuntino oppure come piatto unico accompagnato con del formaggio stagionato. Questa ricetta è tratta dall'Anima di una Montagna ed una delle specialità della signora Mina Cavalli di Bedonia!

Ingredienti
 
ripieno:
2kg di erbette
1 bicchiere di olio extra vergine d’oliva
600g di ricotta
150g di parmigiano reggiano grattugiato
2 cucchiai di farina bianca
Sale
100g di farina di castagne
 
sfoglia:
200g di farina 00
150cc di acqua
1 cucchiaino di sale
Olio

Pulire le erbette e, tagliarle larghe un dito, metterle sotto sale per diverse ore. Strizzarle poi con le mani a togliere quanta più acqua e metterle in una zuppiera. Aggiungere l’olio, 300g di ricotta, il formaggio e la farina, mescolando bene.
Preparare la sfoglia impastando la farina con il sale e l’acqua fino a formare un impasto liscio ed elastico. Preparare due sfoglie sottilissime. Stendere l’impasto di verdure sopra una sfoglia adagiata in teglia ben unta di olio, spargervi uno strato sottile di farina di castagne, poi uno strato sottile di ricotta e un po’ d’olio. Ricoprire con l’altra sfoglia e sigillare bene i bordi. Infornare in forno caldo a 180°C e cuocere per 40 minuti.

 

martedì 25 ottobre 2011

Torta di zucca e riso


Oggi pubblico una delle mie ricette pubblicate nel numero di Ottobre di Open Kitchen magazine! Proprio oggi Open Kitchen è uscito anche nella versione in inglese!!
Ecco dunque un antipastino tutto autunnale, caldo e profumato!
Tortino di zucca e riso (della tradizionale cucina di montagna)

Ingredienti:

Per la sfoglia:
100 gr di farina 00
50 cc di acqua
1 cucchiaino di sale

Per il ripieno:
mezza zucca detta “romana”,
arancione fuori e dalla forma oblunga
200 gr di ricotta
100 gr di Parmigiano Reggiano grattugiato
4 pugni di riso
40 gr di burro
2 uova (1 uovo intero e 1 tuorlo)
80 gr di olio extra vergine d’oliva
5 cucchiai di latte
sale e pepe

Raschiate la polpa della zucca, salatela e lasciatela riposare in un colino per circa 12 ore. In acqua bollente fate cuocere per 10 minuti la polpa della zucca e il riso, scolateli e metteteli in una terrina. Amalgamate alla zucca e al riso il burro, la ricotta setacciata, il Parmigiano Reggiano grattugiato, l’olio e le uova. Ammorbidite il composto con il latte, salate e pepate.
Preparate la pasta matta lavorando la farina con acqua e sale. Con metà dell’impasto preparate una sfoglia sottilissima con cui rivestirete una teglia ben oleata. Versate il composto sulla sfoglia e rivestite con la restante sfoglia tirata sottile. Chiudete i bordi e spennellate in superficie con olio extra vergine d’oliva. Infornate a forno caldo 180°C per 30 minuti.


martedì 18 ottobre 2011

Il mio primo Contest! AUTORI IN PENTOLA!

ULTIME NOTIZIE!

I 5 VINCITORI SONO:
- Polpetto all'uso zingaro di Pane e Pomodoro
- Peperoni in salsa di noci di Penna e Forchetta
- I Gueffes di La Cucina di Mamma Loredana
- El budin della serva di Fashion Flavors
- La famosa torta di mele della Cucina di Ely


Scaricate la raccolta di Ricette d'Autore con tutte le ricette che hanno partecipato al contest!

 - -

Ultimamente ho avuto il piacere di leggere alcuni romanzi che avevano come filo conduttore la cucina e gli aspetti legati alla tradizione culinaria famigliare (vi consiglio assolutamente Simonetta Agnello Hornby, Un filo d'olio).
Non ho resistito e sono andata in libreria per cercare altri libri in cui la cucina, i profumi e i sapori fossero i protagonisti. Mi sono accorta che esiste ormai una vera e propria sezione letteraria di Gastro-Letteratura! 

Sono tornata a casa con cinque libri di autori italiani e stranieri (molti sono gli autori asiatici!) in cui la narrazione è infarcita di ricette e annotazioni culinarie, spesso ricordi legati all’identità culturale dell’autore/autrice.

Non ho resistito e ho provato alcune di queste ricette che sono risultate buonissime e originali!

Vi invito a sbirciare nelle librerie, nelle biblioteche, in internet e assaggiare un romanzo culinario! Provate una ricetta, fotografatela e partecipate al Contest:

AUTORI IN PENTOLA
Il contest di Stasera si Cena da Noi e Ballarini

Ecco le regole base:
  • Valgono tutte le ricette tratte da libri di scrittori italiani e stranieri
  • Valgono tutte le ricette postate da quando è nato il vostro blog
  • Chi ha un blog metterà il link della ricetta come commento a questo post
  • Chi non ha un blog potrà inviare la ricetta a questo indirizzo e-mail: staserasicenadanoi@gmail.com
  • Il contest avrà inizio oggi 18/10/2011 e scadenza il 31/12/2011 alle 23.59
  • Il banner del contest dovrà essere visibile sulla vostra home page e sul post della ricetta con il link al mio post
  • La ricetta dovrà essere corredata di fotografia, riferimento bibliografico con indicazione della pagina
  • Non siete obbligati a diventare sostenitori dei mio blog, ma naturalmente mi farebbe piacere :-)
  • Al termine del contest verrà preparata una raccolta con tutte le ricette e le fotografie pubblicate da voi
  • Verrà messo in palio un premio dall’Azienda Ballarini per le 5 miglior ricette, valutando la fotografia e l'originalità del piatto! Il premio sala meravigliosa novita’ Natale 2011 I Love Cooking Crostata!
  •  

Ora tocca a voi… immergetevi nella lettura!!!
Vi aspetto numerosissimi!!! 

Partecipano con ricette letterarie:

Primi

Spaghetti alla carbonara (Reichl R., Aglio e Zaffiri) di Dolcipensieri 
Pasta coi broccoli (Campo S., I segreti della tavola di Montalbano) di Dolcipensieri
Pasta 'ncasciata (Camilleri A., La paura di Montalbano) di BigShade 

Secondi

Pollo al Curry (Bosco F., Mi piaci da morire) di Dolcipensieri
Caponata siciliana (Camilleri A., La gita a Tindari) di In cucina con Gioia
Polpettone all'uso zingaro (Malvaldi M., Odore di chiuso) di Pane e pomodoro
'Mpanata di maiale (Camilleri A., Le Ali della Sfinge) di BigShade
Pulpo con le patate (Jacobs K., Gli ingredienti dell'amore perfetto) di Pane e pomodoro
Alici con cipollata (Camilleri A., Il cane di terracotta) di Sciroppo di mirtilli e piccoli equilibri
Stinco di maiale alla Ken Follett (Follett K., Mondo senza fine) di Saparunda's kitchen 
Le bistecche al burro...dietetiche (James K-M, Le maniglie dell'amore) di La barchetta di carta di zucchero
Il polpettone glassato di Jacques (Israel A. e Garfinkel N.,Il club delle ricette segrete) di Buonumore in cucina
Bourguignonne di carne (Powell J., JULIE & JULIA) di Il mio saper fare


Piatti unici

Peperoni in salsa di noci (Esquivel L., Dolce come il cioccolato) di Penna e Forchetta


Dolci

Minne di Sant'Agata (Torregrossa G., Il conto delle Minne) di la tarte maison
I Gueffes (Murgia M., Accabadora) di La Cucina di Mamma Loredana
Granita al limone (Camilleri A., Il cane di terracotta) di Laura in cucina
Blueberry cake (Fratelli Grimm, Biancaneve) di Un cucchiaio di stelle
Lemon drizzle cake (The great British book of baking) di Il cucchiaio d'oro
Cupcakes attraverso lo specchio ( Carroll L., Alice attraverso lo specchio) di Sapori di Elisa
Pound Cake con salsa al cioccolato (Bauermeister E., La scuola degli ingredienti segreti) di Nella cucina di Laura
Fonduta al cioccolato (Harris J., Chocolat) di Zibaldone culinario 
Glueckskekse (Pearlman A., Der Plaezchen Club) di Happy Mama Kitchen
Sfogliatella riccia napoletana (De Giovanni M., Il senso del dolore) di Alterkitchen
Panzerotti catanesi alla crema (La Spina E., Il suono di mille silenzi) di Mollymolly
La famosa torta di mele di Ilaria (Bellantoni I., Lo chef è un Dio) di Nella cucina di Ely
Consolazione di riso al latte (Allende I., Afrodita) di Zampette in pasta 
El Budin della Serva (Granello L., Mai fragole a dicembre) di Fashion Flavors
Casette di frolla su delizia al cioccolato (Clerici A., Le ricette di casa Clerici) di Biancoviso
 

giovedì 13 ottobre 2011

Japan Style - Yakitori


Spiedini di pollo e porri (Yakitori)

Buonissimi e saporiti, leggeri e profumati, i Yakitori sono davvero semplici da preparare ma di grande effetto!

Ingredienti:
400g di coscie di pollo con osso
2 porri

per la salsa:
100ml di Mirin (io ho usato del sidro di mele leggermente alcolico)
100ml di Sake
200ml di salsa di Soya
3 cucchiai di zucchero

Disossare le coscie conservando da parte gli ossi e tegliarle a pezzi di 3-4 cm. Pulire i porri e tagliarli a pezzi lunghi circa 4 cm.
Versare in un pentolino il Mirin (o il sidro) e il Sake, portare a bollore e lasciarle cuocere per un minuto per far evaporare l'alcol. Aggiungere la salsa di soya, lo zucchero e gli ossi e far cuocere a fiamma media finchè la salsa si riduce della metà.

Infilzare i bocconcini di pollo alternati al porro a degli spiedini di legno. Scaldare una padella e rosolare gli spiedini su tutti i lati girandoli a fiamma alta, successivamente unire 2/3 della salsa e continuare a cuocere a fuoco medio controllando la cottura della carne e girandoli spesso per insaporirli. Aggiungere la restante salsa durante la cottura.
Servire con una spolverata di pepe nero.

Itadakimasu!!

mercoledì 5 ottobre 2011

In questo caldo autunno è arrivato Open Kitchen!

clicca per sfogliare il nuovo meraviglioro numero autunnale!
Finalmente è arrivato il nuovo numero, con nuove ricette, nuovi suggerimenti e un caldo colore che ci ricorda le zuppette fumanti d'autunno, le foglie fruscianti del sottobosco che nascondono funghi profumati e gustose castagne.

Il magazine, che ha l’ambizione di presentarsi come una cucina aperta a tutti gli appassionati di cucina, in questo numero autunnale è ancora più ricco di informazioni, curiosità, ricette accompagnate da fotografie che –ci auguriamo- facciano venire voglia di cucinare a tutti voi. 

Noi della redazione ci siamo emozionate sfogliando il Magazine e ci auguriamo di cuore che possa suscitare lo stesso entusiasmo in tutti coloro che sceglieranno di sfogliarlo all’indirizzo www.openkitchenmagazine.com

Il nostro viaggio, in questo numero, parte dai frutti dell’autunno come ad esempio la zucca, le castagne, i funghi e ci porta passo passo alla scoperta di alcuni interessanti appuntamenti come ad esempio l’Oktober Fest e Halloween. Le novità di questo numero sono davvero tante: ci saranno i Tutorial, assolutamente da non perdere; si parlerà di food style con un fotografo d’eccezione, autore di alcune importanti copertina sulla rivista Vogue; scopriremo la cucina di strada da nord a sud; impareremo tutto sul cioccolato e dulcis in fundo approderemo in cucina per scoprire alcune ricette che riscalderanno coi loro colori e i loro profumi i mesi autunnali. 

Tenete Open kitchen Magazine, sempre a portata di mano e quando sarete in cucina e avrete voglia di preparare qualcosa che vi scalda il cuore sfogliatelo e provate qualcuna delle nostre ricette. Noi vi assicuriamo che non ve ne pentirete. 
Vi aspettiamo su www.openkitchenmagazine.com e vi consigliamo di sfogliarci perché stiamo preparando per voi un’accoglienza per Natale davvero strepitosa. Se siete curiosi e volete saperne di più venite a scoprire tutti i dettagli. 

Buona lettura a tutti!

martedì 27 settembre 2011

Autumn... is ORANGE!


FINALMENTE! Sono arrivati i funghi!!! 
La stagione non è stata delle migliori finora....niente funghi ad Agosto... Non come lo scorso anno, dove a quest'ora avevamo già riempito la dispensa di funghi secchi, sott'olio, impanati nel congelatore....!
Ma domenica il primo kilo e mezzo è arrivato, ed è finito subito sott'olio!

Ingredienti
- 1 kg di funghi porcini freschi (la parte bassa del cappello deve essere bella bianca e soda!)
- 600 ml di aceto di mele
- olio di oliva (meglio non usare l'extra vergine perchè risulta troppo 'pesante' e saporito)
- 4/5 foglie di alloro
- pepe in grani

Portare ad ebollizione 600ml di acqua con l'aceto e due foglie di alloro. Tagliare a cubetti di circa 2 cm i funghi (gambi e cappello) e sbollentarli in acqua e aceto per 10 minuti.
Scolarli e farli asciugare ben distesi tra due canovacci per 12 ore circa.
Sterilizzare i vasetti di vetro e versare un dito d'olio. Riempire i vasetti con i funghi ben asciugati, coprire con l'olio d'oliva, il pepe e una foglia di alloro.
Coprire con un coperchio ben pulito e asciutto e non lasciarsi tentare per almeno tre settimane!!

 Con questa ricetta partecipo a:

martedì 20 settembre 2011

Erbette croccanti in punta di dita - Fingerfood Crispy herbs

Una ricettina velocissima che avevo provato ad un matrimonio di un amico e che ho deciso di rifare a casa perchè è deliziosa!
E' una ricetta tipica di Reggio Emilia e si prepara con lo stesso ripieno dell'erbazzone!

Ingredienti

- 200g di erbette (io ho usato le ortiche)
- 2 uova
- 80g di ricotta
- 50g di Parmigiano Reggiano grattugiato 
- sale e pepe
- olio di semi 

Sbollentare le erbette per 2/3 minuti. In una ciotola sbattere le uova con il sale, il pepe, la ricotta, il parmigiano e le erbette ben strizzate e tritate.
Scaldare l'olio in una padella capiente. Formare con il composto delle piccole polpettine e friggerle nell'olio bollente.
Servirle ancora tiepide per uno stuzzicante aperitivo!

lunedì 12 settembre 2011

Cuoca con le perle

Oggi ho preparato l'ultima ricetta per il nuovo numero di Open Kitchen che potrete sfogliare a partire dal 1° ottobre!

Non vi svelerò il nome della nuova ricetta, un piatto della tradizione culinaria dell'Appennino parmense che risente delle influenze liguri ed emiliane, dovrete aspettare di leggerne la ricetta su Open Kitchen Magazine!



venerdì 9 settembre 2011

Insalata mix di fagioli e verdure

Ciotola in ceramica collezione Ecology di EasyLife Design
Quel sacchettino di fagioli misti per zuppa della ditta Melandri Gaudenzio mi ha ispirato un piatto ancora fresco di fine estate: un'insalata di fagioli misti con verdure e aromi assolutamente appetitosa!

Occorrente:
- un sacchetto di fagioli misti (io ho usato quelli coloratissimi per zuppa di Melandri Gaudenzio)
- una carota
- una cipolla bianca
- rosmarino, salvia e basilico
- 4/5 cucchiai di salsa di pomodoro (io ho usato la polpa di pomodoro Mutti)

Preparazione:
Lasciare in ammollo per circa 12 ore i legumi, scolarli e cuocerli in abbondante acqua per  35 minuti. Nel frattempo tagliare a fettine non troppo sottili la cipolla e farla imbiondire in una casseruola capiente con qualche cucchiaio di olio extra vergine d'oliva. Aggiungere alla cipolla la carota tagliata a fettine e lasciarla ammorbidire per qualche minuto. Aggiungere la salsa di pomodoro e i fagioli e lasciar cuocere per altri 10 minuti circa. A metà cottura salare e aggiungere gli aromi a piacere (volendo si può aggiungere un po' di peperoncino per rendere il piatto ancora più appetitoso!.

Buon appetito!

Ciotola in ceramica collezione Ecology di EasyLife Design

martedì 6 settembre 2011

Arrosto di fine estate - Summer's end roaster


Questo è davvero un arrosto buono buono e leggero. Morbido, saporito e con un fresco contorno di verdure.

Ingredienti:
- 1 petto di pollo (o tacchino) di circa 600g
- 80g di olive taggiasche denocciolate
- 20g di parmigiano reggiano grattugiato
- alcune foglie di basilico
- 1 zucchina 
- 1 pomodoro cuore di bue
- 1 patata
- 3 cucchiai d'olio extra vergine d'oliva (io ho usato l'olio biologico Frantoio Stella)
- un bicchiere di brodo vegetale
- sale e pepe

Tagliare a tocchetti di circa 1,5-2 cm le verdure e salarle. Aprire il petto di pollo e regolarizzarlo tagliandone le estremità per formare un rettangolo. Nel tritatutto tritare i ritagli di pollo, le olive taggiasche e il basilico. Mescolare il composto con il Parmigiano grattugiato e stenderlo uniformemente sul petto di pollo. 

sabato 3 settembre 2011

A tutto mirtillo!

Con i mirtilli freschi è possibile preparare tantissime conserve: marmellata di mirtilli, succo di mirtilli, mirtilli sciroppati, grappa al mirtillo, etc.

Cucchiaino in legno e vassoio in carta Ecobioshopping
Ecco due ricette da provare con i mirtilli freschi, oppure per chi vuole fare un buon dolcetto per il thé o la colazione vi consiglio di provare i Muffins ai mirtilli e i Muffins ai mirtilli senza latte e uova!


Ricetta della Grappa al Mirtillo

1 litro di grappa
30g di zucchero
100g di mirtilli neri

Schiacciare i mirtilli e lasciarli macerare in un recipiente di vetro insieme alla grappa e allo zucchero. Tappare il vaso ed esporlo al sole per minimo sei settimane rimescolando  due volte la settimana. Imbottigliare e aspettare alemno un mese prima di consumarlo.


Ricetta dei Mirtilli sciroppati

1 kg di mirtilli
500 gr di zucchero
400 gr di acqua

Preparare lo sciroppo con lo zucchero e l'acqua e lo si porta a 30° circa, aggiungere i mirtilli e far alzare il bollore.
Lasciare i mirtilli per pochi minuti e poi scolarli. Disporli nei vasi caldi ben lavati e asciugati, e lasciar cuocere ancora qualche minuto lo sciroppo per farlo addensare. Versare lo sciroppo sui frutti e chiudere i vasi ermeticamente.

venerdì 2 settembre 2011

Contorno fresco di verdure

Ore 19.30, cena last minute con verdure! Vediamo cosa c'è nel frigorifero...una zucchina bella grande dell'orto, una melanzana, alcune patate piccole, sedano, cipolle rosse, olive, passata di pomodoro (io ho usato la passata di pomodoro Mutti), capperi... c'è tutto per preparare in 20 minuti un bel contorno fresco!!
Ciotolina linea Ecology di Easy Life Design

Preparazione
Tagliare a tocchetti zucchina, melanzana, patate e i gambi di sedano. Far rosolare la cipolla tagliata a fettine con un po' d'olio in una bella padella grande, aggiungere le olive e i capperi e far insaporire. 
Aggiungere nella padella anche le verdure precedentemente tagliate (tranne il sedano), farle rosolare e aggiungere la passata di pomodoro. Salare, pepare e lasciar cuocere con il coperchio per 15 minuti, allungando con un po' d'acqua nel caso il sughetto dovesse asciugarsi troppo.
A parte sbollentare il sedano tagliato a pezzetti di circa 2 cm, farlo saltare in padella con un po' d'olio e poi sfumarlo con un composto di aceto di mele (mezzo bicchiere) e 50g di zucchero. Lasciar caramellare il sedano e poi aggiungerlo alle altre verdure.
Aggiungere basilico e origano.

Ecco pronto un super rapido contorno! E' buono anche a temperatura ambiente!


mercoledì 31 agosto 2011

Spezzatino di pollo in umido con patate

Una delle ricette più classiche per cucinare il pollo, ma con l'aggiunta di olive e sidro di mele home made!

Ciotola in ceramica della linea Ecology di Easy Life Design

Ingredienti:
- 1 pollo già pulito
- 100g di passata di pomodoro (io ho usato la passata di pomodoro Mutti)
- 1 cipolla piccola
- 1 carota (una bella carotina fresca dell'orto!)
- 1 gambo di sedano
- 1 bicchiere di sidro di mele home made!
- rosmarino
- 1 foglia di alloro
- 3 grosse patate
- una decina di olive verdi denocciolate
- farina
- 1 bicchiere di brodo caldo
- olio extra vergine d'oliva (io ho usato olio extra vergine d'oliva Dante)
- sale e pepe

Tagliare il pollo in pezzi grossi, infarinarlo leggermente e ferlo rosolare in modo uniforme in una casseruola con 4 cucchiai di olio e un rametto di rosmarino.
A parte preparare un trito di cipolla, carota e sedano e unirlo al pollo in cottura. Sfumare con il sidro di mele.

Aggiungere la foglia di alloro, salare e pepare. Versare la passata di pomodoro e un po' di brodo e lasciare cuocere per altri 10 minuti.
Unire le patate tagliate a cubetti, le olive tagliate a metà e lasciar cuocere a fuoco dolce aggiustando con un po' brodo nel caso il sughetto dovesse rapprendersi troppo.

Buon appetito!
Ciotola in ceramica della linea Ecology di Easy Life Design


mercoledì 24 agosto 2011

Primissima mostarda di pere selvatiche

Taglia la frutta con Banzai dei Genietti IPAC!
Che soddisfazione confezionare marmellate e prodotti con i frutti di alberi abbandonati. E' il caso di questa mostarda preparata con piccole pere maturate anzitempo, raccolte da un albero dimenticato a fianco di una bella casa in pietra in parte crollata.
Queste succose e dolci pere erano ormai destinate a marcire a terra, attaccate da vermetti e insetti. Ne abbiamo raccolte tre bei sacchetti io, Emanuele e Piermauro, scuotendo i rami alti!

Con parte dei nostro raccolto ho preparato la Mostarda!

3 kg di pere selvatiche (vanno bene anche quelle normali naturalmente, ma queste sono a costo zero!)
200 g di zucchero
2 gocce di essenza di senape (si può acquistare in farmacia)

Lavare e asciugare le pere, tagliarle a spicchi (io ho usato Banzai di Ipac, linea Genietti), eliminare i semi e la buccia.

Mettere le pere in una pentola capiente con lo zucchero e lasciar cuocere coperto per circa 4 ore, a fuoco lento e mescolando ogni tanto.
Lasciare raffreddare la marmellata e versare le poche gocce di essenza di senape, mescolare bene e invasare in vasetti sterilizzati ben caldi e asciutti. Chiuderli ermeticamente e lasciarli raffreddare a testa in giù.

Etichettare e assaggiare con...formaggi, crostini, selvaggina...!